Attentato alla Costituzione

Sta succedendo qualcosa di estremamente grave in queste ore. La legge più importante nella vita della Repubblica, la legge di bilancio, non riesce a vedere la luce e sarà con ogni probabilità votata da un Parlamento che non ha mai avuto occasione di leggerla, valutarla e discuterla. Si sta introducendo il principio – proprio per la legge che stabilisce l’uso delle risorse finanziarie del Paese – che le Camere, espressione della sovranità popolare, siano superflue e inutili.

È un fatto gravissimo, che anticipa i progetti di legge costituzionale di stampo plebiscitario che la maggioranza ha in animo di approvare, volti a trasformare la nostra democrazia nel simulacro di se stessa.

Il Governo è sostenuto da partiti che nella scorsa legislatura hanno gridato al colpo di Stato ogni qual volta l’allora maggioranza ha provato a snellire il nostro farraginoso iter legislativo attraverso il legittimo uso dei regolamenti parlamentari e ancor di più quando si è provato, nel rigoroso rispetto della Costituzione, a innovare finalmente il nostro sistema  – per modernizzarlo e rafforzarlo – attraverso la riforma costituzionale.

Oggi quegli stessi partiti, attraverso un’incredibile forzatura dei tempi parlamentari, stanno di fatto trasferendo il potere legislativo dalle Camere alle mani del Governo: siamo alla sera del 22 dicembre e il testo della manovra economica non è ancora disponibile per l’esame dei parlamentari che dovranno approvarla entro la mezzanotte del 31. Meno di dieci giorni, feste comprese.

Questo sì che è un attentato alla Costituzione!

Chiediamo a tutti i comitati di attivarsi attraverso i social media e di diffondere più possibile questo post perché tutti i nostri concittadini siano al corrente della gravità del pericolo che la nostra Repubblica sta correndo.

Mobilitiamoci e restiamo vigili a difesa della nostra democrazia e della Repubblica.

#difendiamolademocrazia