Antonio, ragazzo dell’Europa

La foto della bara di Antonio Megalizzi, coperta dalle bandiere dell’Italia e dell’Unione Europea, dice più di un milione di parole.

Le idee irrinunciabili di libertà, di democrazia, di apertura che la bandiera blu con le 12 stelle gialle rappresenta per tantissimi europei, soprattutto giovani. La possibilità di realizzare liberamente i propri sogni e le proprie aspirazioni in uno spazio più grande e diverso, in un mare più aperto e più ampio a cui portare i propri talenti e dal quale assumere esperienze e insegnamenti per aprire le proprie vedute e i propri orizzonti.

L’amore di Antonio per l’Unione Europea può sembrare controintuitivo, oggi che per tanti l’Europa rappresenta il capro espiatorio a cui addebitare ogni male. Eppure così non è: lo spazio di pace e di prosperità, e anche di opportunità, che l’Unione ha rappresentato e tutt’ora rappresenta merita di essere difeso con passione.

La Comunità dei Comitati di Azione civile si stringe alla famiglia di Antonio: il suo amore per l’Europa è il nostro amore per l’Europa. Continueremo il nostro lavoro per un’Europa più coesa e più forte anche nel suo nome.